Domenica 4 Dicembre

Marco Belinelli sulla copertina di GQ: “il re italiano del basket Nba”

Nel giorno della festa della donna GQ propone provocatoriamente una copertina dedicata alla terapia dell’immaginario maschile

L’istituzione dell’8 marzo e i festeggiamenti che ne susseguono sono un vero e proprio taboo per molti. La donna e la sua emancipazione, un tema sorpassato per GQ, che nel giorno della “festa delle donne” propone: una giornata di terapia dell’immaginario sessuale maschile europeo. Rappresentativo di ciò è la copertina del giornale che vede come protagonista il giocatore di basket Marco Belinelli. Chiamato “il re italiano del basket Nba” nella copertina, Marco rappresenta uno dei migliori, se non il migliore, rappresentante italiano della pallacanestro italiana in America. In questa copertina, circondato da amorevoli cheerleader, rappresenta al meglio il sogno proibito dell’immaginario maschile. GQ, giornale di propensione maschile, mette così in risalto ironicamente, nel giorno dedicato alla donna, il contraltare dell’emancipazione femminile. “Ogni volta che mia figlia Eva, – incalza il giornalista redattore dell’articolo – di quattro anni, parla di principesse (Sofia, la Elsa di Frozen, fino a quelle zoccole delle Winx) la mia pelle si accappona. Da quale Principe Azzurro sarà delusa? E se questo dovesse accadere, non se lo sarà un po’ meritato? O invece dovrei intervenire subito buttando vestitini luccicanti e Barbie nella spazzatura? Dovrei darmi fuoco di fronte all’ennesima Cenerentola al cinema, per impedire che lo vedano preadolescenti e mamme pazze? Se l’immaginario sessuale maschile europeo è sfinito e malato e per questo estremamente pericoloso, siamo sicuri ? insomma ? che quello femminile goda di ottima salute?