Sabato 3 Dicembre

Inter, Kovacic va aspettato! Non come Coutinho…

LaPresse/Spada

Il croato non brilla sotto la corte di Mancini, ecco un altro talento che andrà al Liverpool?!

Lo sport nazionale praticato domenica a San Siro durante Inter-Fiorentina era il tiro al piccione, dove il piccione era impersonificato sul campo da Mateo Kovacic. Ora: è vero che il ventenne non ha giocato una gran partita, e che da un po’ di tempo (leggi: arrivo di Mancini) sta vivendo un periodo di involuzione. Ma è anche vero che era da tempo che la San Siro nerazzurra non godeva di lanci illuminanti e taglienti come quelli che riesce a sparare con nonchalance il giovane croato. Forse, banalmente, serve un ancora un po’ di tempo e un po’ di pazienza. La classe del ragazzo è indubbia. Maturando potrebbe offrire puro spettacolo a un pubblico dal palato fine come quello interista. Occorre lasciare decantare. Come con i buoni vini. Come insegna Coutinho al Liverpool.