Cuore Ducati: Troy Bayliss annuncia la fine della sua storia d’amore con la scuderia italiana

troy bayliss Lapresse / ZUMAPRESS

Scende in pista e dà spettacolo, ma termina l’esperienza con la Ducati

Troy Bayliss ieri, sui nastri di partenza, ha parlato e si è comportato come un vero pilota vecchia scuola. Aveva detto:  “parto per fregarne il più possibile”. Intendeva gli avversari. Poi è partito, come sempre, come fosse suonata la tromba del settimo cavalleggeri. E ha fatto quello che poteva, quello che sentiva, quello che sognava. A 46 anni le ha date e le ha prese di santa ragione, ma sempre con stile e orgoglio. Verrebbe da dire: averne di piloti così in casa. E invece… E invece in casa Ducati probabilmente non la pensano così. Tant’è che, a motori raffreddati, il vecchio Troy ha detto (o qualcuno gli ha suggerito di dire) che la sua esperienza finiva qui. Peccato, aggiungiamo noi.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery