Lunedi 5 Dicembre

Alonso: i dubbi sulla sua presenza in Malesia e la maxi penale da pagare

LaPresse/EFE

L’assicurazione di Fernando Alonso sborserà circa 1,8 milioni di euro

Il caso Alonso ha tenuto per un bel po’ di tempo con il fiato sospeso tutto il mondo della Formula Uno. Le voci sulla sua condizione fisica e sul motivo dell’incidente, sulla sua presenza nel GP d’Australia o meno ed ora sulla sua presenza nel prossimo GP previsto, si susseguono tra notizie vere e meno vere. Intanto però, ora che le condizioni di salute del pilota spagnolo sono del tutto recuperate si pensa al costo della faccenda. Di prassi in Formula Uno, almeno per quanto riguarda i top team si utilizzano due tipi di assicurazione: • Il primo tipo è quella stipulata dal pilota o dalla scuderia per conto di quest’ultimo per coprire eventuali morti o infortuni; • Il secondo tipo di assicurazione , la “race missed” si applica nel caso in cui il pilota, come nello specifico caso di Alonso sia costretto a saltare uno o più Gran Premi. Sulla base dell’ingaggio del pilota, che si divide per il numero di gare in programma nel campionato. In base all’ingaggio di Alonso la somma dovuta dall’assicurazione alla FIA sarebbe di 1,8 milioni di euro. Visto che le responsabilità dell’incidente è fino ad ora attribuita alla scuderia potrebbe essere proprio quest’ultima a pagare la penale. La presenza di Alonso al GP di Malesia non è poi così certa. Il pilota è in attesa dell’esito delle visite mediche a cui si sottoporrà in questi giorni, necessarie ad ottenere l’idoneità per tornare al volante. La Federazione internazionale ha annunciato che solo allora renderà note le conclusioni dell’inchiesta aperta sull’incidente.