Venerdi 9 Dicembre

Schumacher: 13,5 mln spesi per le cure mediche e il campione non è in ripresa

Pesa 45 chili, non parla, non cammina e ha una coscienza superficiale dell’ambiente che lo circonda

Il Daily Express fa sapere, a due anni del tragico incidente che l’ha visto coinvolto, che le condizioni di salute di Schumacher non sono come ci si potrebbe aspettare in ripresa. Un informatore anonimo (forse vicino allo staff medico del pilota) fa sapere che: “I progressi di Schumacher sono dolorosamente lenti… Non si intravedono miracoli all’orizzonte”.
Dopo il 29 dicembre 2013, il giorno dell’incidente del tedesco, Schumacher infatti non ha mai più parlato e non riesce ancora a camminare, inoltre le sue condizioni fisiche sono pessime: ha perso 25 chili, cioè egli ne pesa circa 45. Inoltre, fa sapere l’informatore, ha una “coscienza molto limitata” dell’ambiente che lo circonda. Tutto ciò nonostante le costanti cure del team di 15 dottori specialisti tra neurologi, fisioterapisti e logopedisti che coordinati dal luminare Richard Frackowiak che in costante contatto col professor Jean-François Payen, uno dei medici che ha curato il tedesco al Centre Hospitalier Universitaire di Grenoble, lo stanno assistendo. Secondo il Payen, infatti, ci vorranno “almeno tre anni per vedere qualche miglioramento“. Il costo delle spese mediche per supportare Michael Schumacher ammonterebbero a circa 13,5 milioni di euro.