Mercoledi 7 Dicembre

La storia di Tiger Woods: dalle vette dei ranking di golf alla clinica. Campione finito o campione da ritrovare? [FOTO]

LaPresse/REUTERS

La vita personale e gli sponsor hanno condizionato in qualche modo la sua brillante carriera, tornerà mai quello di prima?

Le notizie che si susseguono sulla salute della schiena di Tiger Woods, più o meno acciaccata, sono continue e contrastanti. Se alcune infatti diffondono il panico tra i fan del golfista, annunciando addirittura il ritiro definitivo di Tiger, altre come quelle del suo sito ufficiale ( http://www.tigerwoods.com ) comunicano la ripresa “day by day” del campione.

Comunque sia, anche se la carriera di Woods dovesse terminare qui, egli non si potrebbe mai rammaricare di non essere arrivato ad essere e a confermarsi per un po’ di tempo come il golfista migliore del mondo. Egli infatti, ha mantenuto la prima posizione del ranking mondiale per oltre 600 settimane, di cui consecutive “solo” 264. Ripercorriamo la storia della sua splendida carriera.

LAPRESSE/ZUMAPRESS

LAPRESSE/ZUMAPRESS

I PRIMI PASSI – Tiger Woods nasce a Cypress un paese della California, il 30 dicembre del 1975. Egli però cresce nel quartiere di Orange Country sempre in terra californiana, famoso per essere un posto residenziale per ricchi e benestanti. Tiger Woods esordisce nel golf alla tenera età di due anni, seguito dal padre grande appassionato, quando si presenta allo show televisivo “The Mike Douglas Show”, dimostrando già il suo prematuro talento. Vince fin da piccolo una serie di tornei tra bambini lasciando agli altri il piacere di partecipare. L’attitudine di Woods verso il gioco del golf si alimenta e viene dimostrata dal golfista per tutti gli anni dell’adolescenza. Nel 1990, a quindici anni, è infatti il più giovane golfista a vincere i Campionati nazionali juniores, successo ribadito anche nei due anni seguenti. Visto il suo ammirabile talento viene ammesso a molti college universitari presto, tra quelli che lo avevano accettato egli deciderà di frequentare la Stanford University.

IL GOLF COME PROFESSIONE – La carriera professionistica di Tiger Woods inizia nell’agosto 1996. L’exploit di vittorie nei tornei di golf fanno in modo che nello stesso anno Tiger firmerà un contratto con lo sponsor della Nike e apparirà su Sport Illustrator, dove sarà proclamato l’uomo sportivo dell’anno. Woods nel 1997  vince il Masters di golf che a soli 21 anni e 3 lo fa essere il più giovane vincitore nella storia del torneo. Lungo il corso di tutta la sua carriera inoltre, Tiger, può vantare la conquista dei 4 tornei Major consecutivamente. Questa impresa è stata denominata “Tiger Slam” ha preso perciò il suo nome. Nel 2006 ha rinnovato il contratto con la Nike ed ha aggiunto al suo “palmares degli sponsor” anche Pepsi e Gatorade, questi importanti contratti pubblicitari l’hanno fatto diventare lo sportivo più pagato del 2007 con un fatturato di 122 milioni di dollari. Tiger Woods ha anche contribuito alla nascita di un videogioco dal nome “Tiger Woods PGA Tour” dove, tra gli altri, c’è anche lui come protagonista. Intorno ai suoi gesti da campione di golf, i movimenti di soldi e di sponsor che sono stati presenti lungo il corso di tutta la sua carriera hanno costituito un’impronta condizionante di tutta la sua vita sportiva.

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

LA VITA PRIVATA – La vita personale di Tiger Woods ha costituito dal 2009 un blocco per la sua carriera golfistica. Tiger sposato con la modella svedese Elin Nordegren, nel 2009 è incorso in scoop di gossip che riguardavano la sua vita extraconiugale, che hanno colpito la maggior parte del pubblico, suscitando un clamore pazzesco. Il tabloid scandalistico “The Nationa l Enquirer” infatti pubblicò durante quell’anno il legame che esisteva tra Tiger e il manager del night club di New York.

La notizia ebbe non poche ripercussioni sulla vita del golfiste che il 27 novembre 2009 rimase ferito in un incidente automobilistico. La vicenda tuttavia ha scosso l’opinione pubblica perché la ricostruzione dei fatti presenta alcuni dettagli che gli investigatori hanno definito “oscuri” e diversi giornali hanno avanzato il sospetto che Woods sia stato aggredito dalla moglie in preda a un eccesso di gelosia.

 In seguito a questo scandalo e alla ammissione da parte di Woods della sua infedeltà, egli  perse molti suoi sponsor e il 12 dicembre 2009 Tiger ha annunciato il ritiro a tempo indeterminato dalle competizioni. Per guarire dalla sua “voglia di essere infedele”, il golfista si ricoverò in una clinica per 45 giorni per “disintossicarsi”. Al suo ritorno sul green, il 9 aprile 2010, egli partecipò al Masters. Tiger ha ritrovato però i colpi migliori verso la fine del 2011. Ultimamente ha dichiarato di essersi convertito al Buddismo, oltre ad essere ufficialmente fidanzato con la sciatrice statunitense Lindsey Vonn.

La carriera di Tiger ha avuto non alti e bassi come si confà a molti campioni, egli fino al 2009 ha conosciuto solo le vette delle classifiche. La sua fama è accresciuta fino a farlo divenire un modello sportivo da ambire tra sponsor e media. Il declino della sua vita privata ha coinciso, come in molti casi succede, con il calo della sua carriera. Campione finito o campione che si ritroverà? Ai prossimi incontri sui campi da golf la sentenza.

Questo slideshow richiede JavaScript.