Giovedi 8 Dicembre

Il Campionato del mondo di Formula Uno: un appuntamento imperdibile [FOTO]

LaPresse/EFE

L’inizio del Campionato è previsto per il 15 Marzo al Gran Premio d’Australia

A meno di un mese dell’inizio del Campionato Mondiale di Formula Uno, ci apprestiamo a rivivere le emozioni che solo il rombo dei motori e la frenesia dei pit stop delle monoposto più famose del  mondo sanno regalarci. I GP avranno inizio il 15 Marzo con la gara che avrà come scenario l’asfalto australiano del circuito di Melbourne e mentre le macchine sono ai loro primi test su pista, proviamo a ricostruire la storia del campionato automobilistico più famoso e seguito del mondo. Alla sua 66ª edizione, il campionato mondiale di Formula Uno è nato infatti nel 1950, esso è organizzato dalla Federazione internazionale di automobilismo. Quest’anno sono previste 20 gare, nel passato erano sempre di meno, al suo esordio infatti erano appena 7 Gran Premi. Le gare sono generalmente distribuite nel fine settimana, con due giorni di prove antecedenti alla domenica. Il campionato si disputa di solito tra la primavera e l’autunno.

I MOMENTI CLOU – Uno dei momenti più salienti delle gare è proprio l’inizio, la partenza, in essa infatti si associa al rombo dei motori sempre più prorompente anche l’attesa dello scatto delle vetture. Oltre che essere il momento più spettacolare, infatti, esso è il momento più pericoloso. Al “via” infatti è frequente che succedano incidenti, come tamponamenti e urti, soprattutto a causa della vicinanza delle vetture sulla griglia di partenza, ma anche per la voglia irrefrenabile dei piloti di conquistare subito una buona posizione. Infatti la partenza è anche il miglior momento per i sorpassi e per la conquista di un posto migliore rispetto alle qualifiche. Quando le luci rosse si spengono i piloti scattano e si scatena l’inferno.

Un altro momento saliente della gara sono i pit stop. Essi servono alle vetture per rifornirsi di carburante, per il cambio gomme e per riparare eventuali danni di meccanica riportati dalla vettura. I tempi in cui si svolgono quest’operazioni costituiscono una strategia cruciale per ogni scuderia, in quanto la brevità o la lunghezza di un pit stop può condizionare l’intero andamento della gara, favorendo o impedendo i sorpassi a scapito di altre autovetture.

I sorpassi, i testacoda e i cambianti climatici, come la pioggia, fanno si che la gara diventi più divertente e movimentata. Ogni gara, forse come non tutti sanno non può durare più di due ore e invece come tutti sanno si conclude con lo sventolio della famosa bandiera a scacchi. La cerimonia del podio infine, premia il trionfatore della gara.

CURIOSITA’ Il campionato di Formula Uno prevede alla fine di esso due titoli assegnati: il Campionato Mondiale Piloti, vinto per ultimo da Hamilton; il Campionato Mondiale Costruttori, che nel 2014 ha visto trionfare la Mercedes. I titoli di campione del mondo sono detenuti in assoluto dal Regno Unito con 47 titoli totali tra titoli ai piloti e titoli costruttori. Al secondo posto con 20 titoli totali.

Ferrari, McLaren, Williams e Renault sono le scuderie che in assoluto hanno vinto più di tutte, mentre i piloti più titolati in assoluto sono: Schumacher con 7 titoli iridati, Fangio con 5 titoli e Prost e Vettel con 4.

Quest’anno la Ferrari non partirà da favorita, la Mercedes sembra infatti anche quest’anno una spanna sopra, ma i tifosi della scuderia non si danno per vinti. Il brivido della velocità, le curve mozzafiato e le manovre più assurde non mancheranno nel Campionato del Mondo 2015. Non aspettiamo altro che le luci rosse si spengano e che i motori ricomincino a rombare per vedere in azione di nuovo le nostre monoposto preferite.

Questo slideshow richiede JavaScript.