Venerdi 9 Dicembre

Alla scoperta degli sport meno conosciuti: la combinata nordica [FOTO e VIDEO]

LaPresse/Aflo

La disciplina prevede l’accoppiamento di due sport invernali: salto con gli sci e sci di fondo

L’attuale Mondiale degli sport invernale ci dà uno spunto importante per addentrarci e scoprire sport sconosciuti a molti. Questo è il caso della COMBINATA NORDICA. Essa è l’accoppiamento di due specialità invernali: il salto con gli sci, di cui CalcioWeb ha già parlato ieri, e lo sci di fondo. Quest’ultimo sport si pratica avanzando sul manto nevoso con l’utilizzo coordinato di sci e bastoncini, mentre il salto con gli sci è il lancio di un atleta con un paio di sci ai piedi su di un trampolino il quale mira a saltare il più lontano possibile. Sono entrambi sport di origine nordica e perciò si abbinano per comporre proprio questa specialità.

LA STORIA – Essa nacque in Norvegia dove gli sport invernali, definiti anche come nordici, venivano praticati dal XVIII secolo. La prima competizione di combinata nordica di un certo richiamo si svolse nel 1892 a Oslo, al primo Holmenkollen Ski Festival. All’epoca il salto con gli sci non era considerato una disciplina a se stante, ed è nato e esistito proprio grazie alla presenza in questa disciplina. La combinata nordica ha incominciato a inserirsi nelle competizioni più importanti nel 1925 con i Mondiali e dal 1924 alle Olimpiadi . Norvegia, Finlandia, Germania, Austria e Giappone, sono specialisti in questa disciplina, dominano quasi sempre infatti le competizioni che si disputano.

LE MODALITÀ – Esistono 4 modi in cui si può competere nella combinata nordica. Essi sono: individuale Gundersen, solitamente la più utilizzata nelle copetizioni, prevede un salto e 10 km di fondo; gara sprint, che prevede un salto e 7,5 chilometri di fondo; partenza in linea, al contrario delle altre gare si procede prima con il fondo e poi con il salto; penalty race, dove non si tiene conto dello stile del salto ma solo della lunghezza, cosa che nelle altre modalità di combinata non si faceva; gara a squadre, si disputa con le stesse modalità della Guendersen, però è a squadre, sono previsti 4 atleti ch devono compiere due salti ciascuno e una staffetta 4 x 5 km.

CURIOSITÀ – La combinata nordica è uno sport pretttamente maschile, le donne partecipano infatti a questo tipo di gare ufficialmente solo dal 1998, ma rimangono escluse dalle combinazioni più importanti. Non è prevista infatti una combinata nordica femminile ai Mondiali di sci nordico e alle Olimpiadi invernali.

Questo slideshow richiede JavaScript.