Mercoledi 7 Dicembre

Alla scoperta degli sport meno conosciuti: il salto con gli sci [FOTO e VIDEO]

La disciplina è poco nota, ma ha una storia che parte dal 1862 e può essere praticata anche in assenza di neve su piste di altri materiali

Il SALTO CON GLI SCI in programma al Mondiale da oggi fino al 28 febbraio è uno sport poco conosciuto. Proviamo a capirne storia e dinamiche.

LE REGOLE – Per vincere occorre immolarsi su un trampolino, calarsi fino a spiccare un salto che deve atterrare più lontano possibile. Lo stile incide sul punteggio finale in quanto viene assegnato a ciascun atleta un punteggio proprio su questo dato da 1 a 20 dalla giuria competente. All’atleta vengono richieste, per il movimento che occorre per la buona riuscita del lancio: forza, leggerezza, coordinazione ed equilibrio. I trampolini,che costituiscono il vero e proprio terreno di quest sport, possono essere di lunghezza e inclinazione variabile, oltre che poter essere costituiti da materiali diversi. Il salto dal trampolino di lancio si divide in quattro fasi: fase di slancio, per raggiungere la massima velocità; fase di stacco, che si ha al termine del trampolino; fase di volo; fase di atterraggio.

LA STORIA – Il salto con gli sci ha origine in Norvegia nel 1862, ma attualmente è anche abbastanza diffuso in altri Paesi come Austria, Finlandia, Germania e Polonia. Gli altleti di tali nazioni prevalgono molto spesso nelle competizioni mondiali sugli altri atleti che disputano tale disciplina. Negli ultimi anni si sono imposte comunque nazioni come Giappone, Svizzera e anche qualche Paese dell’Europa orientale. Il salto con gli sci fa parte dei giochi olimpici dal 1924,  insieme allo sci di fondo compone la combinata nordica e al contrario di quanto si possa credere, non è uno sport prettamente invernale, esso si può infatti praticare anche in assenza di neve.

I RECORD – L’attuale record del mondo maschile è detenuto dal norvegese Andres Fannemel  con un salto di 251,5 metri. Per quanto riguarda il record tra le donne del salto con gli sci, l’austriaca Daniela Iraschko è arrivata a saltare una distanza di 200 metri.

Questo slideshow richiede JavaScript.