Sabato 3 Dicembre

Eurolega: Milano crolla in casa e complica tutto. Barcellona, ko inaspettato

La squadra di Luca Banchi cede al Nizhny davanti al pubblico amico

La prima giornata delle Top16 di Eurolega si è aperta con le due vittorie casalinghe di Galatasaray e Panathinaikos che come da previsione hanno avuto non poche difficoltà a superare rispettivamente Zalgiris e Maccabi Tel Aviv. In particolar modo i greci sono stati costretti a rincorrere gli avversari per tre quarti di gara ma nel finale il centro uruguaiano Batista ha messo le cose a posto totalizzando nell’arco dell’incontro 16 punti e 6 rimbalzi. Partenza con handicap per i turchi che all’intervallo si trovano in svantaggio di 6 lunghezze; nella ripresa il Galatasaray gioca più da squadra rispetto agli avversari e mette la freccia: decisiva l’accoppiata centro-guardia Erceg-Guler. Lo spagnolo Rudy Fernandez gioca un match ad alto livello e porta il Real Madrid al successo sul difficile campo della Stella Rossa; per i padroni di casa non bastano i 13 punti di Mitrovic. Il CSKA Mosca soffre più del previsto e passa sul campo del Fenerbahce dopo un overtime; quando il pallone sembra scottare il serbo Milos Teodosic realizza una tripla fondamentale che spacca l’incontro, i padroni di casa provano a rientrare nel match con un canestro di Bjelica ma due liberi di De Colo mettono la parola fine sull’incontro. Clamoroso tonfo in trasferta per il Barcellona che contro l’Alba Berlin subisce un sonoro ko contro una squadra nettamente inferiore; decisivo per i tedeschi il terzo quarto giocato in grande spolvero (22-8) mentre gli spagnoli lottano alla pari per i primi 20 minuti, nella ripresa è blackout per gli ospiti che non riescono più a trovare con continuità la via del canestro. Positiva comunque la prova di Huertas (23 punti). Al Mediolanum Forum il Nizhny parte forte contro l’Olimpia Milano con un break di 8-0, i padroni di casa reagiscono con Brooks e chiudono il primo quarto avanti di due punti (16-14); nel secondo quarto entrano in partita Kleiza e Gentile e Milano cerca l’allungo ma gli ospiti non mollano e all’intervallo lo svantaggio è di solo 4 lunghezze ( 35-31). Dopo l’intervallo lungo altro break ospite e Luca Banchi costretto a chiamare timeout; i risultati però non si vedono e il Nizhny allunga (40-50 a 5 minuti dal termine del periodo). L’Olimpia continua a sbagliare tutto, Thompkins è in giornata di grazia e la sua squadra chiude un terzo quarto praticamente perfetto (9-28). A 10 minuti dal termine il tabellone segna 44-59 e partita compromessa per Milano. Nell’ultimo quarto l’andamento dell’incontro non cambia e l’Olimpia subisce una sconfitta pesantissima che può compromettere il proseguo della competizione. Strepitoso Thompkins capace di realizzare una doppia doppia (19 punti e 15 rimbalzi). Vuole essere protagonista l’Olympiakos che passa sul campo dell’Unicaja, chiude la prima giornata il successo esterno dell’Efes contro il Laboral.

I RISULTATI

GALATASARAY – ZALGIRIS 78-69

PANATHINAIKOS – MACCABI TEL AVIV 83-76

STELLA ROSSA – REAL MADRID 72-79

FENERBAHCE – CSKA MOSCA 81-84 D1TS

ALBA BERLIN – BARCELLONA 80-70

MILANO – NIZHNY 59-79

LABORAL – EFES 67-72

UNICAJA – OLYMPIAKOS 61-69

LA CLASSIFICA

GRUPPO E

ALBA BERLIN 2

GALATASARAY 2

PANATHINAIKOS 2

REAL MADRID 2

MACCABI TEL AVIV 0

STELLA ROSSA 0

ZALGIRIS 0

BARCELLONA 0

GRUPPO F

NIZHNY 2

EFES 2

CSKA MOSCA 2

OLYMPIAKOS 2

UNICAJA 0

FENERBAHCE 0

LABORAL 0

MILANO 0

 Stefano Vitetta