Domenica 4 Dicembre

Nba, i risultati della notte: i Lakers stendono Golden State

Portland batte Oklahoma grazie ad un grande Lillard

Dopo il passo falso a Houston, i Portland Trail Blazers (23-7) tornano a vincere sul campo degli Oklahoma City Thunder (13-16), dopo un tempo supplementare, con il punteggio di 115-111. A trascinare la franchigia dell’Oregon uno strepitoso Damian Lillard autore di una prestazione da 40 punti (8/12 da tre), 11 assist e 6 rimbalzi. Importanti anche i contributi di LaMarcus Aldridge (25 punti e 9 rimbalzi) e Wesley Matthews (22 punti). Ai Thunder, orfani di Kevin Durant fuori causa per problemi alla caviglia, non bastano i 40 punti e 10 rimbalzi di Russell Westbrook. Clamoroso ko dei Golden State Warriors (23-4), battuti nel derby californiano allo Staples Center di Los Angeles dai Lakers (9-19), privi di Kobe Bryant, per 115-105. La squadra di coach Byron Scott sorprende la franchigia con il miglior record di tutta la Nba, grazie a una grande prova corale mettendo sette giocatori in doppia cifra, con Carlos Boozer top scorer a quota 18. I Warriors, mai davvero in partita e sotto già di 10 punti dopo il primo quarto, pagano la prova sotto tono di Stephen Curry, che segna 22 punti ma perde ben 7 palloni. Senza Danilo Gallinari, fuori per circa un mese per l’infortunio al menisco, i Denver Nuggets (12-17) vanno ko in trasferta contro i Brooklyn Nets (12-15) al Barclays Center di New York con il punteggio di 102-96. La franchigia del Colorado fa leva sulla serata di vena di Ty Lawson (29 punti e 9 assist) e Kenneth Faried (20 punti e 14 rimbalzi) e si porta avanti alla fine del terzo quarto ma deve arrendersi al rush finale dei Nets, condotti alla vittoria dai 27 punti di Joe Johnson e dai 19 punti e 13 rimbalzi di Mason Plumlee.