Domenica 4 Dicembre

Wimbledon, Federer fuori al secondo turno: è la fine di un’era?

images (1)Finisce l’era Federer a Wimbledon. Nella giornata dei ritiri per infortunio, ben sette nei due tabelloni, si conclude mestamente il ciclo dell’ex n.1 del mondo, sette volte trionfatore sull’erba londinese, crolla dopo quattro tiratissimi set (6-7, 7-6, 7-5, 7-6) contro Sergiy Stakhovsky. ”Non riesco a crederci” ha detto l’ucraino, appena n. 116 del mondo. L’ex n.1 del mondo interrompe la serie record di 36 quarti di fila nel Grande Slam.

“La mia epoca non è finita” – ”Fine di un’epoca? Non penso proprio”. Cosi’, con un guizzo d’orgoglio, Roger Federer ha reagito alla sconfitta contro l’ucraino Sergiy Stakhovsky. Dopo 11 anni di dominio sull’erba – e sette titoli – il campione svizzero si e’ arreso al secondo turno. Bisogna riposizionare la lancetta del tempo indietro di 11 anni per trovare un’uscita cosi’ precoce all’All England Club. Per la precisione sono trascorsi 4020 giorni dalla sconfitta al primo turno contro Marion Ancic. Era il 2002. L’anno successivo avrebbe vinto il suo primo titolo sui prati di Church Road, e inaugurato una striscia di 36 quarti di finale nelle quattro prove dello Slam, interrotta con la sconfitta odierna. ”Ogni sconfitta e’ dolorosa, ma perdere a Wimbledon fa ancora piu’ male – le parole di Federer -. Qui ho vissuto grandi emozioni ma anche sconfitto dolorose, e questa e’ una di quelle”. Nonostante la delusione, Federer pero’ scaccia l’ombra del ritiro. ”Il mio piano e’ quello di giocare ancora molti anni. Ho abbastanza esperienza per gestire questa sconfitta senza timori per il futuro. Riprendero’ ad allenarmi presto e spero di tornare a giocare piu’ forte di oggi”.