Sabato 10 Dicembre

Napoli-Roma, Mazzarri: ” Vittoria della squadra, non solo di Cavani “. Zeman si rammarica per le troppe imprecisioni

mazzarri01g11”La Roma ha un organico fortissimo, e’ alla pari della Juventus in tutti i reparti e in panchina quindi va dato grande merito al Napoli per questa vittoria”. Esalta giustamente i suoi ragazzi Walter Mazzarri dopo il 4-1 con cui ha travolto la Roma al San Paolo. ”Stasera – ha aggiunto – si è vista un’ottima prestazione di tutta la squadra. Il Napoli non è solo Cavani, lui finalizza il gioco, ma tutta la squadra costruisce. Pandev gli ha dato cento palloni stasera, ha fatto una grande partita, come pure Zuniga. E poi ricordiamoci che quando e’ arrivato qua Cavani non era un top player, lo abbiamo creato noi. Non lo abbiamo preso dal Real Madrid”. Il tecnico azzurro non ha comunque risparmiato qualche critica: ”A fine primo tempo – ha raccontato – ho detto ai ragazzi che si erano sbagliate troppe occasioni. E pure nella ripresa bisognava chiudere prima la partita, bisogna sempre essere cinici, se non fai terzo gol rischi di buttare via punti”. Mazzarri ha criticato, come farà poi anche Zeman, le condizioni del terreno di gioco del San Paolo: ”Il campo ci penalizza, i ragazzi mi dicono che ci sono le zolle che si alzano e non si fidavano a giocare dietro, bisogna risolverlo. Stasera non so se la cosa ha penalizzato più noi o la Roma, ma quando arrivano le squadre meno tecniche, che si chiudono per noi e’ dura. Per esempio cito la partita con il Bologna”. Se la prende con l’imprecisione sotto porta e con le condizioni del terreno di gioco anche Zdenek Zeman. ”Abbiamo giocato su un campo difficile sia per la forza dell’avversario, sia per lo stato del terreno gioco. Abbiamo provato a costruire e infatti abbiamo creato più palle gol rispetto agli avversari, ma loro facevano gol e noi no. Ma non abbiamo mai rinunciato a giocare contro grande squadra come il Napoli”. Zeman si e’ soffermato poi sullo stato del terreno di gioco: ”Andate a guardare bene il campo. C’erano buche, si alzava tutto. Sono contento che nessuno si sia fatto male ai legamenti crociati. Per una squadra come la nostra e’ abbastanza difficile costruire su questo campo”. In generale, Zeman, che ha ricevuto anche uno striscione di apprezzamento dai tifosi azzurri, assolve quindi la sua Roma, nonostante i quattro gol gol incassati: ”Stasera abbiamo giocato, sono contento per la prestazione e’ normale che il risultato ci da’ fastidio ma questa sconfitta non cambia niente visto che i nostri avversari hanno perso tutti davanti, cerchiamo di andare avanti e di mantenerci vicino a squadre che ci precedono”. Nel frattempo De Laurentis, pensa a coccolarsi il suo fenomeno: “Cavani ha una clausola rescissoria di oltre 63 milioni. Se quest’estate viene qualcuno lui e’ un ragazzo intelligente e sceglierà, se arrivano i russi magari resta qui, se arrivano Barcellona o Real Madrid magari un pensierino ce lo fa “, sul campionato si sbilancia con questa affermazione: ”Non firmerei per il terzo posto, e neanche per il secondo. Io mi butto, basta guardare il cinema: ho cambiato tipologia di film, ho cambiato titolo e sono arrivato primo al botteghino a Natale”