Giovedi 8 Dicembre

Lazio, Lotito: “Siamo competitivi, ma non pensiamo allo scudetto”

lotitoLa parola scudetto preferisce non pronunciarla, ricordando che “al di la’ delle potenzialità della squadra, al raggiungimento di determinati obiettivi concorrono diversi fattori”, alludendo probabilmente al fatto che la vittoria dello scudetto è legata al rendimento della corazzata Juventus, ma alla sua Lazio niente è precluso. “Siamo una squadra competitiva – afferma Claudio Lotito ai microfoni di ‘Radio Anch’io Sport’ su RadioUno – possiamo confrontarci alla pari con tutti anche se poi dipende molto dalle situazioni: per esempio a Catania in campionato abbiamo perso 4-0 e in Coppa Italia invece abbiamo vinto 3-0“. “Se la squadra manterrà questo profilo di concentrazione, di umiltà, di determinazione, di cinismo e di mentalità vincente allora potrà aspirare a ottenere risultati importanti, supportata da un pubblico di tifosi che stanno costituendo il 12esimo uomo in campo. Ho fissato il premio scudetto? No”, dice categorico il presidente biancoceleste, che per quanto riguarda l’interesse per Lampard non si sbilancia. “Dobbiamo acquisire quei giocatori che sono funzionali all’accrescimento del potenziale tecnico-agonistico ma tenendo conto dell’equilibrio dello spogliatoio. I ragazzi hanno ottenuto un rapporto empatico tale che è difficile inserire qualche elemento che dovrebbe poi stare sulla stessa sintonia”. La Lazio continua a sognare quindi, la classifica lo permette. Dal mercato arrivano voci di un interessamento per Kuzmanovic, ex Fiorentina, centrocampista 27enne di grande dinamismo e buona qualità, potrebbe essere un ottimo innesti per la quadra di Petkovic.