Giovedi 8 Dicembre

Lazio, Mauri: “Forse adesso cominceranno a parlare di noi”

stefano mauriE’ un Natale di festa quello che si apprestano a vivere in casa Lazio. La vittoria sulla Sampdoria ha regalato alla squadra di Vladimir Petkovic il secondo posto in classifica e la consapevolezza di poter lottare per le posizioni nobili della classifica. In un campionato, infatti, in cui la parte da protagonista è già assegnata da tempo alla Juventus e in cui le altre squadre sgomitano per recitare il ruolo d’antagonista dell’armata di Conte, la Lazio ha tutte le credenziali per mettersi le altre concorrenti alle spalle. ”Tre punti in trasferta su un campo non facile, sorpasso all’Inter e 2° posto, una grande Lazio, cosi’ forse cominceranno a parlare anche di noi… Forse…”, queste le parole sul proprio sito internet del vice capitano, Stefano Mauri. E i numeri gli danno ragione, negli scontri diretti con le altre big, i biancocelesti hanno avuto la meglio su Milan, Roma e Inter e sono usciti indenni dallo Juventus Stadium. Mentre sono tornati a mani vuote da Napoli e Firenze, cosi’ come da Catania. Klose e compagni sembravano proprio soffrire il mal di trasferta, tanto che Petkovic, alla vigilia del match con i doriani, aveva ricordato ai suoi che per essere grandi occorreva vincere fuori casa come all’Olimpico (espugnato solo dal Genoa). Con i blucerchiati, pero’, il tecnico bosniaco sembra aver trovato la cura anche a questo male, ottenendo i 3 punti in trasferta che mancavano dal match col Pescara del 7 ottobre. Tra campionato, Coppa Italia e Europa League la striscia positiva è salita così a 11 risultati utili consecutivi (il record e’ 15 e appartiene a Delio Rossi), non male per chi, alla prima esperienza italiana, ha saputo zittire i più critici e tolto il sorriso a chi rideva dei suoi trascorsi da operatore della Caritas. ”L’anti-Juve e’ solo la Juve. E la nostra corsa e’ solo su noi stessi”, ha sottolineato dopo la gara l’allenatore di Sarajevo. Ma la sua Lazio resta pur sempre la sorpresa più bella. Lo e’ sicuramente per i tifosi biancocelesti e proprio a loro si rivolge Mauri: ”Auguro un buon Natale di cuore a tutti voi. Ci rivediamo nel 2013… pronti a ripartire alla grande!”. E se poi il ds Tare e il presidente Lotito cederanno un esubero come Zarate (si parla di un interessamento del Genoa) e metteranno sotto l’albero di Petkovic un vice Klose (il genoano Ciro Immobile e il norvegese Mohammed Abdellaoue, tra i candidati) e qualche altro rinforzo, le altre avversarie avranno veramente da preoccuparsi.