Mercoledi 7 Dicembre

Verso Lazio-Roma, Baldini: “Derby non è partita come le altre”

“Il derby non e’ una partita come le altre. La partita non e’ percepita come tutte le altre, c’e’ la supremazia cittadina e quindi riveste per molta gente un’importanza fuori dall’ordinario”. Franco Baldini, direttore generale della Roma, parla cosi’ del derby con la Lazio che andra’ in scena domenica 11 novembre. Il tecnico giallorosso Zdenek Zeman ha sempre detto che la considera una gara come le altre e Baldini sotto alcuni aspetti gli da’ ragione. “Quando Zeman dice che e’ una gara come le altre si riferisce ai 90 minuti in campo, con due squadre che si affrontano ed ha ragione, perche’ non deve essere la partita della vita o considerata come fosse una guerra -spiega Baldini a SkyTg24 presentando il ‘Manuale del Calcio di Agostino Di Bartolomei-. Oltretutto se ci facciamo forti di voler proporre un gioco non dovremmo speculare su quella che e’ una partita piu’ importante delle altre, quindi da questo punto di vista ha completamente ragione Zeman”. “Se devi rinnovare una rosa quasi completamente come lo scorso anno e in buona parte anche quest’anno, con un cambio di modulo ed allenatore, tutto questo ti costa del tempo ma l’intenzione di scherzare non c’e’ mai stata”. Franco Baldini e la Roma fa sul serio non c’e’ nessuna intenzione di scherzare o prendere tempo. Il dg giallorosso guarda in positivo dopo il successo con il Palermo e le critiche arrivate sulla Roma dopo le due sconfitte con Udinese e Parma. “Destro e Pjanic? Il campionato non finisce adesso, sono ragazzi di 21-22 anni e sono giocatori per i quali il mercato ha fatto delle offerte importanti e se tutto quello che e’ il nostro compito e’ allestire una rosa competitiva che abbia 20-22 anche 24 giocatori, questo e’ il compito che ci riguarda e siamo convinti di averlo svolto, con alcuni sbagli che possono capitare, ma questo e’ quello che abbiamo messo a disposizione dell’allenatore”, aggiunge Baldini a SkyTg24 che poi sulla gara con il Palermo si limita a dire: “e’ stata una bella partita pero’ la mia presenza qui vuole essere propedeutica a presentare il libro di Di Bartolomei, un manuale perfetto che con molta semplicita’ viene presentato in modo che tutti possano riconoscere quella che e’ la sportivita’, il rispetto e la dignita’”.  Infine su De Rossi e le possibili offerte che potrebbero arrivare a gennaio: “De Rossi incedibile? In estate e’ stata ascoltata un’offerta fatta dal Manchester City, e se l’abbiamo ascoltata vuol dire che l’abbiamo presa in considerazione. Molti si dimenticano che i manager hanno il compito di gestire un club e hanno il compito di valutare tutte le opportunita’, ma se non l’ascolti neanche come fai a valutarle? In quel caso l’abbiamo fatto poi e’ stato deciso di soprassedere e se dovesse arrivare un’altra offerta la riascolteremo, ma potremo tranquillamente decidere di soprassedere un’altra volta”.