Giovedi 8 Dicembre

Udinese, pace Di Natale-curva

I cori contro Napoli, mercoledi’ scorso, non li aveva graditi e, dopo il primo gol, aveva platealmente invitato la curva del ‘Friuli’ a starsene zitta. Oggi Toto’ Di Natale cerca la pace con i tifosi e lo fa attraverso una nota della societa’. ”Il gesto di mercoledi’ sera – spiega il capitano bianconero – e’ stato qualcosa di istintivo, fatto a caldo al termine di una partita dura, sportivamente parlando molto nervosa e che secondo me ha avuto una risonanza maggiore rispetto a quella che meritava. Io amo Udine, la citta’, questa maglia e i suoi tifosi che da sempre mi hanno fatto sentire uno di loro. Devo tutto a questa Societa’ che ha creduto in me e a questi tifosi che mi hanno sempre amato come un figlio. Mi dispiace se qualcuno si e’ sentito offeso dal mio gesto e di questo chiedo scusa a tutti i tifosi friulani e alla nostra splendida curva, ma credo che la mia storia personale e professionale dimostri meglio di ogni parola quanto io tenga a questa terra e a questi colori”. ”Per me questo e’ un capitolo archiviato – conclude Di Natale – e adesso penso soltanto ad aiutare l’Udinese ad arrivare il piu’ in alto possibile in Italia ed in Europa”.