Sabato 10 Dicembre

Sacchi: “De Rossi ha messo in difficoltà tutti”

”Zeman ha una squadra giovanissima e si trova con un grande problema, uno dei pochi giocatori di qualita’ non si adatta al suo gioco e ha commesso domenica una cosa che un professionista del suo livello non dovrebbe commettere”. Al microfono di Piero Chiambretti, su Radio2 Rai, e’ chiaro il riferimento di Arrigo Sacchi al pugno sferrato da Daniele De Rossi al laziale Stefano Mauri durante il derby Lazio-Roma, che e’ costata a ”capitan futuro” l’espulsione e tre giornate di squalifica. ‘‘La Roma ha giocato in dieci per molto tempo – ha detto Sacchi – De Rossi ha messo in difficolta’ la squadra”. Sulla decisione di Cesare Prandelli di escluderlo dalla Nazionale, nell’amichevole di domani sera con la Francia, l’ex ct azzurro ha ricordato che ”c’e’ un codice etico, con delle regole, che valgono anche con i ragazzi dell’Under 21, dove cerchiamo di essere non solo degli allenatori ma degli educatori”. A proposito della crisi del Milan, Sacchi e’ lapidario: ”Bisogna saper perdere, tutti vorrebbero essere sempre al top, ma la vita non e’ fatta cosi”’. ”Questo – ha spiegato Sacchi – e’ un momento di transizione che deve essere condotto senza togliere la speranza ai tifosi milanisti”. Infine una battuta su Andrea Stramaccioni: ”Un bravo ragazzo, che dimostra capacita’ gestionali fantastiche” e su Antonio Conte, che ha polemizzato con i giornalisti che hanno esultato dopo il gol del Chelsea in Champions: ”Conte ha avuto una risposta piccata – ha detto Sacchi – ma anche gli altri non sono stati dei signori”. E conclude: ”L’isterismo e le polemiche nel calcio sono all’ordine del giorno, non e’ un ambiente normale”