Domenica 11 Dicembre

Reggina, Adejo: “Stiamo crescendo. Tutti siamo utili, nessuno è indispensabile”

Riprende la settimana di lavoro della Reggina in vista del Sassuolo ed ecco Daniel Adejo nella sala stampa del Centro Sportivo Sant’Agata. Il numero 2 amaranto parte dal pari interno con la Ternana: “Prendiamo il punto conquistato sabato con entusiasmo, così come dobbiamo guardare con fiducia alla striscia di risultati positivi che abbiamo conseguito nelle ultime gare, permettendoci di avere continuità ed acquisire ulteriore slancio. Stiamo crescendo, siamo molto soddisfatti”.

Il nigeriano esprime un giudizio sul suo campionato, in cui si sta distinguendo come uno dei migliori: “La difesa ruota intorno a me? No, siamo noi che ruotiamo intorno alla squadra: tutti siamo utili, nessuno è indispensabile. Questa Reggina è omogenea nei valori, è un gruppo vero. Questa la mia stagione migliore? Non saprei, anche con mister Atzori ho fatto bene, l’anno scorso magari meno, anche a causa di alcuni problemi fisici. Con il tempo si cresce, è doveroso migliorare”.

Un parere anche sul tecnico Davide Dionigi: “Il mister è fondamentale per noi, è il nostro comandante. Fin dalla prima intervista, a luglio, avevo sottolineato le impressioni positive che aveva suscitato in noi. Oggi non posso che ribadire questi concetti: mi trovo benissimo con lui, Dionigi non lascia nulla al caso”.

Non poteva mancare un passaggio sulla stangata ad Ely, fermato per tre turni dopo il rosso di sabato: “Difficile commentare una decisione del genere. Si può avere opinioni su tutto, non su questa squalifica che è clamorosa ed esagerata. Preferisco non commentarla oltre, le immagini parlano da sole”.

Il prodotto delle giovanili conclude parlando della sfida di sabato nella tana della capolista: “Andremo a giocare come abbiamo sempre fatto, cercando di fare la nostra partita indipendentemente dall’avversario. Certo, riconosciamo i valori della capolista che ha giocatori fortissimi ed un’organizzazione che ha permesso loro di dominare il campionato fino ad oggi. Anche noi, però, abbiamo elementi di livello, li aspettiamo convinti di poter giocare le nostre carte”. Tra le file dei neroverdi emiliani c’è un grande ex, Simone Missiroli: “Sarà un piacere ritrovare Simone, ci sentiamo spesso, ma non lo faremo in questa settimana. Prima della gara non voglio sentirlo”.