Mercoledi 7 Dicembre

Parma, Donadoni: ” Con l’Udinese per il salto di qualità”

“Contro l’Udinese sara’ fondamentale fare una prestazione dove dimostriamo di aver ritrovato quella determinazione e quella convinzione per fare il salto di qualita’. A Torino abbiamo fatto una prestazione importante e abbiamo vinto la partita”. A dirlo e’ il tecnico del Parma Roberto Donadoni alla vigilia della sfida al Friuli contro i bianconeri di Guidolin. “Udine e’ un bel test, perche’ se e’ vero che l’Udinese ha avuto finora qualche problema di continuita’, rimane comunque una squadra di spessore superiore a quello che dimostra l’attuale classifica -prosegue l’allenatore dei ducali-. Concedere all’Udinese le stesse opportunita’ che abbiamo concesso al Siena vorrebbe dire venire puniti. Ho posto questa attenzione a tutti quanti. Dovremo essere sempre propositivi ma senza concedere il fianco a queste possibilita’ di ripartenza perche’ l’Udinese ha giocatori che hanno tecnica, che hanno gamba e che hanno forza, per cui se gli concedi spazi per andare a segno, difficilmente sbagliano”. “Tutte le componenti sono importanti, ma soprattutto dovremo avere una motivazione forte, come sempre questo fara’ la differenza”, aggiunge Donadoni che rispetto alle ultime uscite, dovra’ fare a meno dello squalificato Biabiany. “Quando uno viene da una partita con la Nazionale dove, pur avendo perso, ha fatto una buona prestazione come ha fatto Sansone con l’Under 21, credo che sia motivo di stimolo e di morale alto -sottolinea il tecnico del Parma-. Tra i nazionali, il piu’ penalizzato e’ Pabon che ha avuto una trasferta molto lunga e di fatto iniziera’ ad allenarsi solo nella rifinitura di oggi pomeriggio. Belfodil sta bene ma a volte mi fa un po’ arrabbiare perche’ deve e puo’ fare di piu’. Durante la settimana deve costruirsi di piu’ il suo cammino e questo ancora non l’ha bene in mente. Cerchiamo di aiutarlo pero’ si deve aiutare anche a lui. Sono comunque giocatori che stanno facendo discretamente bene anche se sono convinto che possano fare ancora di piu'”.