Giovedi 8 Dicembre

Milan, Seedorf: “Non sono andato via per Allegri. Porte aperte da entrambe le aprti”

“Il Milan ha una rosa superiore alla classifica attuale ma e’ anche chiaro che, dopo il buco lasciato dall’uscita di tanti giocatori storici, ci vuole tempo per costruire di nuovo”. Clarence Seedorf parla cosi’ del nuovo corso Milan e dispensa consigli alla societa’ rossonera a cui, sottolinea, e’ sempre legato. “Con il Milan non e’ una storia chiusa, sono molto legato alla famiglia Berlusconi, le porte sono aperte da entrambe le parti”, assicura il centrocampista. “Certo, del nostro gruppo forse non tutti, ma qualcuno poteva anche restare. Ma e’ stata una scelta rispettata da tutti e anche obbligatoria per la societa’, che aveva degli impegni finanziari”, dice ai microfoni di Sky. A questo Milan farebbe ancora comodo Seedorf? “Sarei utile a qualsiasi squadra in Europa. Io non sono andato via per Allegri, dopo dieci anni abbiamo deciso che era il momento di dividere le nostre strade perche’ avevo voglia di fare altre esperienze”, sottolinea, prima di soffermarsi sulla situazione di Pato. “Mi sembra che abbia segnato in Champions, non conosco i suoi rapporti con i compagni ed il tecnico ma non e’ in crisi. E’ un grandissimo talento, c’e’ da lavorarci e avere pazienza, non ce ne sono tanti come lui”.