Venerdi 9 Dicembre

Milan, Galliani: “El Sharaawy prolunga, Balotelli amore impossibile”

El Shaarawy piu’ vicino al prolungamento del contratto col Milan che a un’ipotesi City, Balotelli ”amore impossibile”. Lo dice Adriano Galliani, tra la vittoria in campionato e il turno di Champions. Cinque gol del Milan al Chievo, la Juve perde, la Lazio anche, il Napoli frena. E’ tornato il sole per l’ad milanista che adesso vede per i rossoneri l’inizio di una lunga marcia per tornare in alto. E’ stato il 4-2 fantasia? ”No, io non parlo piu’ di moduli – ridacchia il dirigente rossonero – o almeno ne parlo in privato con l’allenatore, in pubblico non ne parlo piu’ visto il putiferio che si e’ creato”. E’ un campionato che ricomincia? ”Per adesso siamo molto lontani, purtroppo abbiamo un distacco importantissimo, e quindi ci vorra’ del tempo – considera Galliani -. Abbiamo impiegato 8 partite per fare i primi 7 punti e 3 per i secondi 7, che dovrebbero essere piu’ o meno la norma del Milan. Ma adesso siamo decimi e ci vuole quindi una lunga marcia per tornare nei primi posti”. Ma adesso e’ il momento della Champions, adesso l’impresa e’ battere il Malaga domani”. Galliani ha osservato quanto accaduto sabato a Torino. che riflessioni ha fatto sull’arbitraggio? ‘‘Non lo dico, ho avuto molti pensieri ma li tengo per me”, prova a sottrarsi. Ma almeno uno? ”Ho solo visto che Tagliavento ha arbitrato la sfida scudetto dell’anno scorso Milan-Juve e quest’anno Juve-Inter, senza aggiungere nessun’altra considerazione. Il gol di Muntari pero’ non l’ho mai dimenticato”. Si prova a parlare di mercato, del fantacalcio che vuole El Shaarawy inseguito dal Manchester City dell’ipotesi di uno scambio con Balotelli. ”El Shaarawy – risponde Galliani – ha un contratto per 5 anni che gli verra’ allungato fra un po’ fino al 2018. In quanto a Balotelli voi sapete che e’ un giocatore che io amo. Ma ci sono tanti amori impossibili nella vita e Balotelli e’ uno di questi”. Ma ci sara’ tempo per riparlarne. Adesso incombe un novembre ‘tostissimo’, decisivo per le ambizioni del Milan. ‘‘Fiorentina, Napoli, Juventus -scandisce Galliani – ma anche Malaga e Anderlecht, cinque partite importantissime”.