Venerdi 9 Dicembre

Lazio-Roma, derby in memoria di Sandri

“E’ un derby particolare perché ricorre proprio la tragedia della mia famiglia, l’anniversario della scomparsa di Gabriele. Quando vidi i calendari provai qualcosa poi ho pensato che fosse uno scherzo di Gabriele che ha voluto che il derby si giocasse in questa ricorrenza tragica cosi ha modo di salutre tutta la sua città e i suoi ragazzi”. Giorgio Sandri, padre di Gabriele, tifoso laziale ucciso l’11 novembre di 5 anni fa da un agente di polizia mentre si recava a Milano a seguire la sua squadra del cuore, commenta così la stracittadina di domenica che cade nell’anniversario della morte del figlio. “Dal 2007 a oggi tutte le curve d’Italia lo ricordano con tanto affetto – riconosce Sandri, ospite della trasmissione Novanta Minuti su Rai Sport 1 –. E’ un giorno particolare e io lo vivrò in maniera un po’ diversa perché le emozioni che proverò saranno fortissime”. All’Olimpico è in programma anche un giro di campo di Cristiano Sandri, fratello del tifoso scomparso e suo figlio Gabriele, che porta il nome dello zio. “Ci sarà un Gabriele Sandri allo stadio – rileva Giorgio – che vuole salutare tutti i ragazzi della Curva Sud e della Nord. Ci sono stati sempre vicino e li sento tutti miei figli. La solidarietà che mi è errivata dal mondo del calcio è stata enorme e la forza di andare avanti me la danno tutti questi ragazzi”. Anche per questo Sandri non teme incidenti tra i tifosi laziali e quelli romanisti. “Preoccupato? Assolutamente no. Gli ultimi derby li ricordo vissuti in maniera serena. con un po’ di tensione e pathos ma in maniera del tutto tranquilla e ritengo che sarà così. La maturità dimostrata in questi anni dai tifosi di Lazio e Roma è importante e grande e in ogni famiglia c’é un tifoso della Roma e della Lazio”, conclude Sandri.

Derby blindato domenica a Roma, con oltre mille uomini delle forze dell’ordine impegnati nei controlli nelle aree dello stadio e in quelle di scambio. Saranno imponenti le misure di sicurezza per il match di campionato tra Lazio e Roma, che sarà disputato all’Olimpico alle 15, nello stesso giorno dell’anniversario della morte di Gabriele Sandri, il tifoso della Lazio ucciso l’11 novembre 2007. E domenica più che mai aumenta il rischio di tensioni innescate dalle stesse tifoserie. A cui si aggiunge la possibilità di infiltrazioni dei supporter della squadra greca del Panathinaikos, gemellati con gli ultras giallorossi, che giovedì erano arrivati a Roma per la partita della propria squadra contro la Lazio.