Sabato 3 Dicembre

Lazio, Lotito: “Proposta Roma forse spedita con piccione”

”Non mi e’ mai pervenuta alcuna richiesta in tal senso, se le richieste le fanno via piccione noi usiamo l’aquila. Se gli altri utilizzano il piccione viaggiatore forse arrivera’ tra vent’anni”. Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, scherza cosi’ sulla mancata conferenza dei tecnici congiunta con la Roma in vista del derby di domenica. ”Fare dichiarazioni sulla base di ‘voci di ambienti di’ non ha senso – ha aggiunto il patron biancoceleste al termine della partita con il Panathinaikos -. Non penso che sia vero di questa richiesta della Roma: le scelte in societa’ di solito le faccio io e a me non risulta. Ma cio’ non significa che Lazio e Roma non metteranno in campo tutte le iniziative necessare volte a scongiurare e prevenire qualsiasi fenomeno che non sia all’insegna dei valori dello sport’‘. Lotito ha chiarito anche il suo intervento di ieri alla trasmissione Novanta Minuti in onda su Rai Sport 1, per cui il presidente della Roma, James Pallotta, ha definito il collega della Lazio ”divertente’‘. ”Non rispondo a Pallotta – ha aggiunto il patron -, voi giornalisti avete tentato di innescare una polemica, sbagliando perche’ nel periodo del derby non dovrebbe accadere. Ho solo risposto a una domanda di Varriale, dove mi ha chiesto se mi piaceva piu’ la Roma di Sensi o degli americani e io ho posto l’accento sul fatto che una squadra di calcio, oltre a ricercare risultati economici e sportivi, ha l’obbligo di preservare i propri sentimenti e un tifoso cerca un interlocutore per la tutela di questi valori”. ”Io sono abituato a metterci sempre la faccia ed e’ questo quello che un presidente dovrebbe fare, poi esistono altre societa’, come Manchester City e Malaga, dove l’interlocutore e’ delegato a un manager”, ha concluso Lotito.