Domenica 4 Dicembre

Inter, Zanetti: “Il gruppo è molto unito”

“Quella contro la Juventus è sempre una partita importante perché storicamente è molto sentita. Siamo consapevoli di avere vinto una sfida fondamentale, ora iniziamo a pensare alla prossima”. Il capitano dell’Inter, Javier Zanetti, torna sull’impresa dei nerazzurri allo Juventus Stadium e rivela uno dei segreti che stanno portando in alto la squadra di Stramaccioni: “Il gruppo è molto unito e ha voglia di tornare protagonista – dice l’argentino ai microfoni di Radio Anch’io Lo Sport -. Con Stramaccioni c’è un rapporto basato sul rispetto, il mister ha le idee molto chiare e ha accettato l’incarico con molta umiltà. Ognuno dà il suo contributo e la cosa più importante è il bene dell’Inter. Se pensiamo a questo, possiamo tornare protagonisti”. Inevitabile tornare sull’arbitraggio di Tagliavento e sulle parole del presidente Moratti che non ha digerito, in particolare, la mancata espulsione di Lichtsteiner per il fallaccio su Palacio: “Tutti hanno visto quello che è successo sabato – conclude Zanetti -. Anche noi abbiamo protestato per il mancato cartellino rosso, ma non possiamo tornare indietro, quel che è successo è successo. Speriamo solo non si ripetano certe cose. L’unico modo per rispondere a queste cose era rimanere concentrati sulla partita, sapevamo che avevamo 45 minuti di tempo per rimediare. Il fuorigioco di Asamoah sul gol di Vidal? Sinceramente in campo non me ne ero accorto”.