Martedi 6 Dicembre

Verso Juventus-Napoli, Moggi: “tiferò per il calcio”

”Per chi tifero’ tra Juventus e Napoli? Per il calcio. Mi piace la partita indipendentemente dal fatto che possa essere un match esaltante. E’ un piacere vedere giocare due squadre che sono in testa alla classifica e spero che continuino cosi”’. Parola di Luciano Moggi, un doppio ex che guarda con grande attenzione allo scontro di sabato, di cui ha parlato ai microfoni diRadio CRC. ‘‘Pirlo – dice Moggi – non e’ in forma e, guardandolo a vista, il Napoli potrebbe imporre il proprio gioco. Marcandolo, il centrocampista rende meno. Poi, il Napoli deve aspettare la Juventus che deve fare la partita giocando in casa, per poi ripartire come sa fare anche molto bene. I lanci lunghi sono quel qualcosa che portano i difensori ad arrivare primi di testa. Gli juventini non sono molto rapidi dietro per cui il Napoli dovrà essere bravo a coglierli impreparati”. ”Giocare Juve-Napoli sabato alle 18.00 – aggiunge Moggi – credo sia sbagliato perche’ si e’ a rischio di infortunio. Ci sono giocatori che arrivano il giorno prima per cui non si allenano e si trovano a giocare il giorno dopo una partita cosi’ difficile. Sarebbe stato piu’ giusto giocarla domenica alle 15.00 perche’ dodici ore di aereo e il fuso orario possono incidere non poco sul match”. Un ‘ultima riflessione Moggi la dedica alle milanesi. ”Il Milan – dice – non credo che sara’ competitivo per lo scudetto a meno che a gennaio non si modifichi l’assetto. L’Inter invece, e’ a soli quattro punti dalla prima ed ha in rosa giocatori di classe. Il problema e’ che i giovani vengono inseriti continuamente e nell’immediato ci sono stati risultati negativi, ma adesso le cose cominciano a girare”.