Giovedi 8 Dicembre

Verso Juventus-Napoli, la situazione in casa bianconera e azzurra

Archiviati gli impegni delle Nazionali, può ufficialmente partire il countdown a Juventus-Napoli, big match dell’ottava giornata di serie A, in programma sabato alle 18 a Torino. A tre giorni dalla supersfida i due tecnici, Conte e Mazzarri, sono costretti a fare i conti con acciacchi e musi lunghi. A Vinovo sono rientrati in anticipo Asamoah, Vidal e Caceres. Il primo ha lasciato il ritiro con il Ghana a causa di un problema alla caviglia, gli altri due hanno rimediato una squalifica che li ha tagliati fuori dal secondo impegno di Cile e Uruguay. Conte, che sta contando i giorni che lo separano dal ritorno in panchina, ritroverà oggi i restanti nazionali (tranne il sudamericano Isla). Da monitorare le condizioni fisiche di Buffon e Marchisio: il portierone non è sceso in campo con la Danimarca a causa di un affaticamento muscolare, il centrocampista è uscito invece anzitempo per un problema alla spalla. Sorridono Pirlo e Bendtner, autori entrambi di una rete, oltre a Marrone, uno dei leader dell’Under21 azzurra qualificata ad Euro2013. Del tutto diversa la situazione in casa Napoli. I partenopei in giro per il mondo, nonostante fossero meno degli juventini (13 contro 16, ndr), hanno totalizzato più minuti giocati. Straordinari per Fernandez, Campagnaro, Behrami, Inler, Hamsik e Insigne, tutti impiegati per 180 minuti. Gli ultimi due torneranno raggianti a Castelvolturno dopo i gol messi a segno con le rispettive rappresentative. Di tutt’altro umore invece il bomber Edinson Cavani: il suo Uruguay è stato infatti schiantato prima 3-0 in Argentina, poi 4-1 dalla Bolivia. Oggi Mazzarri, che ha accolto di buon grado il rientro anticipato del macedone Pandev e del colombiano Zuniga, ha programmato una doppia seduta di allenamento: rosa al completo, ad eccezione di Britos che sta proseguendo la tabella di recupero post-infortunio.