Sabato 10 Dicembre

Verso Juventus-Napoli, Chiellini: “Non sarà decisiva”

“Non sarà il match che deciderà lo scudetto, noi non ci fermeremo a quella gara, in queste prime sette giornate di campionato la nostra forza è stata quella di pensare partita dopo partita”. Giorgio Chiellini, dal ritiro della Nazionale, torna a parlare della sfida che attende i bianconeri al rientro in campionato. C’è grande attesa per il big match dello Juventus Stadium tra le due squadre che guidano la classifica: “Affrontiamo una grande squadra, con un grande allenatore, grandi giocatori, ormai un Juve-Napoli è pari a un Juve-Milan o Juve-Inter come partita di cartello”. In campo europeo, la Juventus sembra stentare dopo i pareggi con Chelsea e Shakhtar Donetsk: “La Champions non ci pesa, è un grande palcoscenico, un po’ ci condiziona per le trasferte e l’intensità di gioco, a differenza che in Italia non ti puoi permettere di non giocare al meglio”. Il difensore della Juve commenta inoltre le nuove indiscrezioni sullo scandalo scommesse che potrebbero coinvolgere un giocatore azzurro come Andrea Ranocchia: “Spifferi a orologeria sulla Nazionale? È normale che se un giocatore fa parte della Nazionale è più importante, per i giornali, rispetto ad un altro e si ingrandiscono cose che si sapevano già – prosegue -. Vorremmo tutti chiudere la questione prima possibile, so che non è facile per la giustizia ma i tempi sono troppo lunghi”. Nella sfida di qualificazione al Mondiale contro l’Armenia, Chiellini potrebbe partire dalla panchina: “Noi siamo a disposizione, siamo tanti e tutti bravi, sarà il mister a dover scegliere. È ancora lunga per cominciare a centellinare le energie. Tutto il periodo in cui sono stato fuori è servito a lavorare tanto e bene. Il mister – coonclude il difensore livornese -, con tutto il rispetto dei club, deve guardare alla qualificazione ai Mondiali, che va conquistata sul campo”.