Martedi 6 Dicembre

Serie Bwin, le decisioni del giudice sportivo

Di seguito le decisioni del giudice sportivo dopo la decima giornata:

PROVVEDIMENTI VERSO CALCIATORI:

Una giornata di stop per: Masi (Pro Vercelli), Almici (Lanciano), Antonazzo (Grosseto), Barusso (Novara), Bianco (Sassuolo), Di Bari (Reggina), Ebagua (Varese), Peccarisi (Ascoli), Lauro (Ternana), Pellizzer (Cittadella), Perna (Modena), Valdifiori (Empoli).

PROVVEDIMENTI VERSO ALLENATORI E DIRIGENTI:

Una giornata di stop per: Panzarasa (prep.atletico Varese) “per avere, al 32° del secondo tempo, contestato platealmente l’operato arbitrale e indirizzando inoltre, all’atto dell’allontanamento, agli Ufficiali di gara, un’espressione insultante; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale e dal collaboratore della Procura federale”.

Ammonizione con diffida per: De Matteis (Ascoli), Dionigi (Reggina), Foscarini (Cittadella), Silva (Ascoli)

PROVVEDIMENTI VERSO SOCIETA’:

Ammenda di 50.000 euro per il VERONA. Il Giudice ha punito i tifosi veronesi, ma ha limitato la multa, viste alcune attenuanti, tra cui lo sparuto numero di tifosi resosi protagonisti dei cori contro la memoria di Morosini, il comunicato in cui la società si dissociava e l’annunciate iniziative volte ad onorare la memoria dello sfortunato calciatore.

Ammenda di 7000 euro per il LIVORNO “per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, esposto uno striscione di contenuto offensivo-denigratorio nei confronti dei tifosi tesserati; e per avere inoltre, lanciato due petardi nel recinto di giuoco e acceso numerosi fumogeni nel proprio settore”.

Ammenda di 1000 euro per la PRO VERCELLI “per avere omesso di impedire l’ingresso e la permanenza nel recinto di giuoco di persona non autorizzata”.