Venerdi 2 Dicembre

Serie B, anticipi undicesima giornata: Sassuolo-Juve Stabia

Questa sera alle ore 19.00, si incontreranno, all’Alberto Braglia di Modena, due delle squadre più interessanti del campionato cadetto. Il Sassuolo, padrone di casa, è in vetta alla classifica ed è chiamato a riscattare la prima sconfitta stagionale, rimediata Sabato scorso in quel di Cittadella. Gli ospiti giungono a Modena, da Castellamare di Stabia, con l’invidiabile bottino di 12 punti ottenuti nelle ultime 4 giornate, frutto di altrettante vittorie contro Padova, Pro Vercelli, Bari ed Ascoli.

L’allenatore del Sassuolo, Eusebio Di Francesco, dovrà fare a meno dello squalificato Bianco e del centrocampista offensivo Troianiello, ma ha dichiarato di essere convinto che la squadra possa tornare immediatamente a vincere. Per questo motivo, nessun dubbio sul modulo che sceglierà il mister, davanti al portiere Pomini, la squadra si schiererà con il classico 4-3-3. In difesa sugli esterni giocheranno Gazzola e Longhi, mentre in mezzo, con il confermatissimo Terranova, toccherà a Marzorati sostituire lo squalificato Bianco. Sulla linea di centrocampo sono intoccabili Chibsah, Magnanelli e Missiroli, infine in attacco, accanto a Boakye e Catellani, ballottaggio tra Berardi e Pavoletti.

La Juve Stabia arriverà a Modena senza i suoi centravanti Bruno e Danilevicius, entrambi infortunati. Il mister Piero Braglia è un camaleonte, adatta spesso il proprio modulo allo schieramento degli avversari, quindi potrebbe schierarsi, quasi a specchio della capolista, con un 4-3-1-2. In porta giocherà Nocchi, in difesa ci saranno Baldanzeddu, Figliomeni, Scognamiglio e Gorzegno, quest’ultimo in ballottaggio con Maury. A centrocampo il regista sarà il francese Genevier, ai suoi lati, intoccabili capitan Caserta e Jidayi; in attacco Cellini e Mbakogu, saranno  supportati dalla fantasia dell’ex viola Acosty.

Dirigerà l’incontro il sig. Emilio Ostinelli della Sezione AIA di Como, coadiuvato dagli assistenti Bianchi di Cosenza ed Paiusco di Vicenza. Quarto Ufficiale il Sig. Albertini di Ascoli Piceno.