Venerdi 2 Dicembre

Reggina, Barillà: “Non dobbiamo mollare su nessun pallone. Con l’Ascoli sarà durissima”

Oggi nella sala stampa del Sant’Agata è stato il turno di Antonino Barillà. Il numero 17 amaranto ha esordito parlando dell’ultima partita di campionato, il pareggio di Cesena: “Il pari è arrivato con una reazione importante, abbiamo offerto una prestazione di livello, la sensazione che abbiamo avuto dal campo è stata che il gol sia arrivato tardi. Se avessimo avuto più tempo, infatti, avremmo potuto cercare anche la vittoria. Non è facile giocare come abbiamo fatto noi a Cesena: il pari ci va stretto. E’ un risultato che non porta i tre punti ma dà morale come se fosse una vittoria”.

Il centrocampista di Catona  evidenzia la personalità messa in mostra dalla squadra: “La nostra è una squadra giovane ma sta crescendo. Con l’atteggiamento avuto a Cesena dopo il gol subito, rimanendo in campo con quella personalità, saranno poche le gare che sbaglieremo da qui a fine campionato”. Da queste parole emerge lo spirito battagliero trasmesso da mister Dionigi:  “Non dobbiamo mollare su nessun pallone, la B è questa. Guardiamo il Sassuolo: era stato un ‘martello’ fino a sabato scorso, poi ha perso a Cittadella. Ci può stare, in questa categoria regna l’equilibrio. Dobbiamo esser noi, dando il 101%, a fare la differenza. La sconfitta con il Lanciano fa male ancora oggi, sul piano della classifica. Eppure oggi posso dire sia stata importante, ci ha fatto capire cosa vuol dire giocare in B, ci ha fatto calare nel nostro campionato”

Infine, sul prossimo impegno in casa contro l’Ascoli, il mancino cresciuto al Sant’Agata afferma:  “Sarà una partita durissima. Affrontiamo una squadra che ha carattere e mentalità, una squadra che conosce le dinamiche della cadetteria e che, nonostante le penalizzazioni subite negli ultimi anni, è sempre riuscita a raggiungere il proprio obiettivo. Oggi la classifica dice che è uno scontro-salvezza, vogliamo trovare i tre punti”.