Venerdi 9 Dicembre

Catania, Maran: “Con la Juve dovremo essere perfetti”

Il massimo, forse anche di piu’. ”Dovremo essere perfetti”. La ricetta di Rolando Maran per fermare la corazzata Juventus e magari farle uno sgambetto ben accetto alle rivali d’alta classifica e’ una sola: ”Dare il meglio di noi stessi, come e piu’ di ogni altra volta”. Mentre Catania si accende per l’arrivo dei bianconeri, che verranno accolti dal tutto esaurito al Massimino, i rossazzurri e il loro tecnico provano a capire come si fa ad avere la meglio sulla capolista: ”Mi pare che l’abbiano scoperto in pochi – constata Maran con un sorriso – i numeri sono eloquenti. Abbiamo la voglia di andare oltre i nostri limiti, di spingere come non abbiamo fai fatto. Per venire a capo di una gara simile bisogna essere impeccabili”.

La spinta del pubblico, tradizionale arma in piu’ degli etnei, promette di farsi sentire. Al Massimino sono attesi ventimila spettatori. ”Il fattore campo – constata Maran – puo’ esaltarci. L’aiuto dei tifosi deve darci forza, e’ nostra intenzione regalare alla nostra gente una soddisfazione, quanto meno sul piano della prestazione. Andremo in campo con la voglia di sorprendere”. ”Se una formazione non perde da 47 incontri – sottolinea l’allenatore del Catania – significa che ha molte soluzioni a disposizione. Limitare Pirlo puo’ essere una delle chiavi della gara, ma non l’unica. Il sacrificio dei nostri attaccanti sara’ uno degli aspetti determinanti”.

L’arrivo della prima della classe propizia novita’ tattiche in casa catanese. Dopo averla provata a lungo in settimana, Maran e’ pronto a puntare sulla difesa a tre con l’innesto di Rolin, al debutto assoluto, accanto a Legrottaglie e Spolli. Il cambio di modulo con il passaggio dall’abituale 4-3-3 al 3-5-2 (o 3-4-1-2), gia’ utilizzato in corsa nelle uscite precedenti, comportera’ la panchina per Alvarez, l’avanzamento di Marchese sul settore sinistro di centrocampo e l’arretramento di Barrientos, che agira’ da suggeritore per Gomez e Bergessio. ”La possibilita’ di cambiare c’e’ sempre – chiosa Maran – e quindi anche stavolta. Rolin? E’ disponibile e sta bene. E’ in condizione di reggere i novanta minuti”.